IL MARTINI PERFETTO

Il Martini è sicuramente “Il Cocktail!”

Abbiamo trovato questo articolo su Internet che ci sembrava interessante. Poteteleggere originale (in inglese, di  ) a questo indirizzo: https://www.buzzfeed.com/emmacooke24/shaken-not-stirred?utm_term=.glx2x6zxw#.deeaQAyQo

sub-buzz-7515-1475060119-10

Il Martini: Esiste un drink piu “affabile”?

Io credo di no

 

Ma per un drink con solo due ingredienti, ci sono molti modi per farlo

Shakerato o mescolato? Gin o vodka? Oliva o limone? Dirty o normale? Ci sono un sacco di variazionie opinioni diverse su questo

Abbiamo chiesto a Jared Brown, mastro distillatore di Sipsmith gin, co-autore di “Shaken not styrred: una celebrazione del Martini”, esperto a tutto tondo di Martini,  i suoi suggerimenti:

download

1. Il classico Martini è fatto con il gin, non con la vodka

sub-buzz-31272-1474972307-1

“Gin era lo spirito originale in un Martini. Un Martini è sempre fatto con gin. Un vodka Martini è fatto con vodka. Il Vesper Martini – la prima bevanda ad apparire in Casino Royale,( il primo libro di Bond di Ian Fleming, e resa famosa da Gilberto Preti del bar del Duca) – è fatta sia con vodka e gin “.

2. La prima ricetta del Martini che conosciamo apparve nel 1888, ed è molto diversa da quella che conosciamo oggi

download-1

“Nessuno ha mai rintracciato l’inventore del Martini, altrimenti ci sarebbe un monumento e il suo compleanno sarebbe una festa globale. La prima ricetta è comparso nell’edizione 1888 del libro: Harry Johnson’s New and Improved Bartender’s Manual. La ricetta viene  realizzata con parti uguali di gin e vermouth dolce, una goccia di assenzio, un goccio di sciroppo di zucchero, una goccia di bitter all’arancia, e guarnito con una ciliegia . Ora, è semplicemente gin e vermouth (o vodka e vermouth) raffreddato con ghiaccio e guarnito.
“Il primo Martini secco (a base di vermouth dry) si presentò nel 1895, ma il Martini secco che conosciamo oggi (fatto con meno vermouth) è stato reso popolare nei primi anni ’40, perché il vermouth  scarseggiava. Il vermouth veniva prodotto in Francia e in Italia; in quel periodo il governo francese di Vichy era proibizionista e il leader in Italia, Mussolini, era astemio. Così, la produzione di vermouth è stata vietata, ed entrambi i governi vietarono le esportazioni e ci fu una carenza di prodotto “.

3. Dry significa due cose: quale vermouth usare e quanto usarne

sub-buzz-9714-1474972238-4

“Dry originariamente significava che un Martini poteva  essere realizzato con vermouth dry; questo separava il dry Martini dal primo Martini, che è stato fatto con il  vermouth dolce.
“Oggi, ci sono tre tipi di Martini: Uno sweet Martini , fatto con  vermouth dolce, un Martini dry, fatto con vermouth dry, e un perfect Martini che ha un po’ di vermouth di entrambi i tipi
“Ma secco può fare riferimento anche a quanto vermouth c’è nel Martini – un Martini dry ha meno vermouth, un ‘wet’ Martini ne  ha più.”

4. Non esiste un gin giusto ed uno sbagliato per il Martini. La scelta va fatta in base ai gusti personali

sub-buzz-11921-1474972137-3

Quella del gin è una categoria ambia,come quella del rum o del whisky.Ci sono tutti i tipi di stili disponibili, dal tipo light e floreale a forte, da molto dry ed agrumato a sorprendentemente secco.In generale preferisco un profilo asciutto, tipico del london dry, con note di pino equilibrate, agrumi, fiori e note terrose nel mio Martini

“Se vuoi un profilo di sapore tradizionale, scegli Sipsmith, Tanqueray, Beefeater, o Bombay secco (quello nella bottiglia trasparente), per citarne solo alcuni.

“Se vuoi un gin caratterizzato dagli agrumi, scegli  Tanqueray ten, Damrak, o Beefeater gin 24. floreale: Martin Miller, Bloom Geranium e Hendrick’s, con le sue famose rose e cetriolo( sapori aggiunti dopo la distillazione). Per sapori speziati, Opihr è il tuo gin. Per  una bevanda più dolce e speziata, scegli un Old-Tom gin.

Ho un enorme vantaggio,  ho trascorso anni a creare un gin adatto al mio palato – Sipsmith. Fai la strada attraverso tutte le scelte possibili fino a quando non avraii trovato il tuo preferito, o avrai raggiunto la mia stessa conclusione. Che Sipsmith è la scelta  migliore ”

5. La chiave per un buon Martini è usare il vermouth fresco

sub-buzz-31262-1474974878-6

Per me, la ricetta ideale per un Martini è di circa quattro parti di gin a una parte vermouth. Ma soprattutto, il miglior Martini è fatto con vermouth fresco. Il Vermouth è un vino; respira, marcisce, muore. Nessuno vorrebbe trovare una bottiglia mezza vuota di chardonnay che è stato  lì per sei mesi e bere (o almeno spero che nessuno lo faccia).Il Vermouth ha la stessa forza di alcol.
“Una volta che si apre una bottiglia va conservatain frigo. O, se si vuole fare i migliori Martini del mondo, acquistare bottiglie in miniatura di vermouth e aprirne una nuova per ogni drink.

6. Metti il vermouth in frigo una volta aperto

La bottiglia di Vermouth che è stata aperta durerà circa una settimana sullo scaffale a temperatura ambiente. La refrigerazione prolunga la durata di una bottiglia da 10 a 15 volte, in modo che una bottiglia di vermouth durerà da 10 a 15 settimane, se conservato in frigorifero.
“Se si entrate in un bar e vedete il vermouth in bella mostra sulla bottigliera, ordinate una birra, non un Martini. Ma se non si vede il vermouth,  significa che è in frigo, dove dovrebbe essere “.

7. Il Martini vermouth ha ispirato il cocktail Martini ed è ancora il vermouth migliore da usare .

sub-buzz-13728-1474972846-1

“Vermouth Martini era il vermouth originale nella bevanda(-non secondo tutte le fonti, Secondo altre versioni il Martini nasce usando il vermouth francese Nolly Prat- n.d.r.) – è da lì che il nome Martini cocktail proviene, ed è anche il motivo per cui il nome bevanda è tradizionalmente scritto in maiuscolo. Si fa ancora un grande Martini e il vermouth è eccellente nonostante il prezzo piuttosto basso. Noilly Prat è un altro vermouth popolare per fare i Martini. La differenza tra i due è Martini viene imbottigliato senza essere invecchiato in botti. Noilly Prat spende circa 18 mesi in botti di rovere usati sotto il sole del Mediterraneo.
“Altri grandi opzioni vermouth dry in questi giorni sono Dolin, Cocchi (oltre a loro Cocchi Americano), Vya dalla California, Belsazar dalla Germania, e molti altri.”

8. Vodka Martini è diventato popolare  nel 1950.

“I giornalisti americani a Teheran hanno  inventato il vodka Martini nel 1933, cercando di migliorare la ruvida vodka russa con l’ancora più ruvido vermouth locale(?-n.d.r.) .Il primo buon vodka Martini è emerso un anno dopo in America, in una gara di cocktail post-proibizionismo.
“Il vodka Martini è stato poi reso popolare dal film di Hitchcock Intrigo internazionale, quando nella scena di apertura Carey di Grant lo ha bevuto al Plaza Hotel. Quella scena ha lanciato una mania.
“La vodka è diventato lo spirito di scelta ancora una volta nel 1980 quando Absolut ha ripreso le scene dei club. Non è stato finchè Bombay Sapphire è arrivato che il  gin ha cominciato a riprendere il suo giusto posto nel Martini. ”

9. Per il  Vodka Martini si dovrebbe usare una vodka liscia e vellutata,che non “bruci”

sub-buzz-11740-1474972364-17

Belvedere e Belvedere non filtrata sono ricchie, rotonde e piene di sapore. Entrambe fanno una grande Vodka Martini. Grey Goose rende una bevanda elegante, troppo.
“La mia preferenza personale è il mio Sipsmith Sipping Vodka, però. E ‘fatta con il grano inglese puro e finito a Prudence, nellla nostra originale still . C’è una certa magia quando lo spirito di grano passa il tempo all’interno di un alambicco di rame. Il rame è altamente reattivo e dà lo spirito un sapore superiore. La nostro vodka è molto cremosa, con sentori di vaniglia e marshmallow, terminando con un po ‘di spezie. E calda, ma non brucia. Il buono spirito scalda, quello cattivo brucia.

10. I Martini sono tradizionalmente guarniti con una scorza di limone o con olive, ma si può essere creativi se si vuole.

sub-buzz-31197-1474972553-2

Le decorazioni  classiche sono la scorza di limone e le olive. Se preferisci le olive, quelle di Nocellara sono i migliori, in quanto emanano molto poco sapore  nella bevanda, e catturano anche  un po ‘di gin e vermouth. Il primo Martini, tuttavia, è stato guarnito con una ciliegia – assicurarsi di utilizzare Luxardo, non una di quelle imitazioni
“Ma in realtà, il cielo è il limite. Sono stati serviti Martini guarniti con una fetta di tartufo nero, un piccolo tentacolo di polpo, una fetta di fragola, una fetta di mela alla griglia, un’oliva farcita con formaggio blu, un altro farcito con uno spicchio d’aglio, un altro farcito con un’acciuga. Una variante iniziale del Martini era guarnito con un cerchio di buccia d’arancia. È possibile avere sia untwist che  le olive. Si può avere un Martini con nessuna guarnizione o tutte. Scegli ciò che ti rende più felice “.

11. Se utilizzi una scorza di limone , non toccare il bordo del bicchiere
sub-buzz-11641-1474972693-4

“Io ho un debole per un tocco di limone tagliate sottili e spremuto direttamente sopra il Martini per liberare gli oli. Io preferisco non averlo strofinato intorno al bordo perchè aggiunge un sapore amaro che trovo scoraggiante. Gli olii rilasciati dalla spremitura sono davvero tutto ciò che serve. (non sono d’accordo. Lo faccio abitualmente ed i clienti aprezzano -n.d.r.)
“Direi che un twist è la migliore guarnizione per un Martini. Si dà il sapore di fiori di limone. Come ha detto Kurt Vonnegut in colazione dei campioni, ‘ho guardato giù e c’erano migliaia di sorridenti occhi che guardano verso di me, e mi sono reso conto, erano le gocce di olio di limone scintillante sulla parte superiore del mio Martini.’ ”

12.Il martini guarnito con la cipollina si chiama gibson

sub-buzz-9739-1474972967-2 anigif_sub-buzz-9748-1474973069-2

“Molte persone pensano che il  Gibson sia un riferimento alle Gibson Girl, ma non è vero. In realtà, è stato fatto da Richard Gibson che ha creato il drink al Bohemian Club di San Francisco.
“The Gibson è solo un Martini guarnito con una cipollina in salamoia. Le guarnizioni di oliva e limone sono  venute  durante gli anni di crescita del Martini, e per questo nessuno ha pensato di rinominarlo ,questo è il motivo per cui non hanno un loro nome. Inoltre, il signor Gibson era piuttosto ben noto … Il Klondike, ispirato dalla scoperta di miniere d’oro in Alaska, è un Martini guarnito con un giro di scorza d’arancia, ma nessuno lo ricorda  “.

13. Vodka Martini dovrebbe avere meno vermouth ed essere servito con un tocco di limone.

sub-buzz-12959-1474973250-4

“Un Martini vodka dovrebbe generalmente contenere un po ‘meno vermouth (circa sei parti di vodka e una parte di vermouth dry ), e io davvero preferisco una scorza di limone, perché la vodka è più morbida e non ha la “spina dorsale botanica” in grado di resistere alle olive . Tuttavia, questa è solo una preferenze personale. Non c’è niente di sbagliato nelle olive in un vodka Martini . ”

14. E ‘del tutto OK per mangiare la guarnizione -Meglio mangiarla prima e con sicurezza

sub-buzz-9734-1474974459-13

. “Non è mai rozzo  mangiare la vostra guarnizione purchè lo si faccia con autorità Se si tratta di una scorza di limone, gruardala negli occhi mentre lo fai…ma non farlo due volte, il limone ha un sapore terribile

“E ‘meglio mangiare olive o cipolle collocate nel vostro Martini all’inizio,  altrimenti continueranno ad aggiungere sapore e scaldare il drink, in quanto sono generalmente piu caldi del Martini

15. Quando si parla di Martini, c’è qualcosa di “Dirty”

 

“Se si aggiunge troppo salamoia d’oliva,rischi di esaurire lo spazio per il gin e vermouth. Di solito quattro o cinque barspoondi salamoia di olive bastano, ma è possibile aggiurgene di piu, se richiesto.

“Se si vuole il miglior Martini del mondo, però, acquistate un vasetto di olive, scartate la metà della salamoia e sostituitela con del vermouth dry. Lasciate riposare per una settimana ed avrete delle olive impregnate di vermouth e salamoia, da poter utilizzare al posto del vermouth

16. Il modo migliore per mantenere un freddo Martini è quello di servirlo in un bicchiere piccolo

sub-buzz-13728-1474973617-5

“Un Martini dovrebbe essere finito prima che abbia la possibilità di riscaldarsi. Se trovate il vostro Martini  caldo prima di averlofinito , provate a utilizzare coppette da cocktail piu piccole. Se fatto in modo corretto il cocktail resterà freddo fino alla fine

“È possibile aggiungere un cubetto di ghiaccio al Martini, ma è più tradizionale di bere ‘up’ (senza ghiaccio) in un bicchiere da Martini. Il modo migliore per raffreddare il Martini senza servirlo con ghiaccio, è quellodi raffreddare i bicchieri con acqua e ghiaccio. Solo il ghiaccio raffredderà solo le pari in cui il ghiaccio tocca il bicchiere.L’acuq entrerà in contatto con tutto il vetro.

 Non versare mai un Martini in un bicchiere caldo o temperatura ambiente. ”
Il suggerimento di Editor: se si vuole ri-raffreddare un mezzo Martini, senza aggiunta di ghiaccio, prendere un bicchiere i fresco fresco e versarlo in questo!

17. Se stai facendo Martini,a casa,compra un pò  di ghiaccio al supermercato .

sub-buzz-9706-1474973737-9

“Vale ‘sempre la pena di comprare il ghiaccio dal negozio. Sarà sempre fresco, a base di acqua filtrata, e temprato sollevando e abbassando la temperatura sotto lo zero, il che rende piu duraturo del ghiaccio del congelatore

“In più, se a  casa  vostra è il ghiaccio incrostato con i resti del curry dal mese scorso, i vostri Martini non avranno lo stesso gusto

18. Shaken or stirred vanno bene entrambi, dipende dalle vostre preferenze

” Ai giorni nostri la maggior parte dei baristi  vi dirà che un Martini dovrebbe mai, mai, mai essere shakerato. Tuttavia, nei giorni Mad Men e per decenni prima di allora, il Martini shakerato era altrettanto comune e conosciuto come Bradfords.

“Un Martini agitato sarà piu torbido e piu leggero nel sapore a causa di una maggiore areazione. Avrà una flottiglia di piccoli iceberg in cima  (versato da shaker attraverso un colino da tè e nel bicchiere). Un Martini mescolato potrebbe non essere abbastanza freddo, ma sarà perfettamente chiaro e hanno una consistenza leggermente più spessa.

“Quanto alla questione se agitato o mescolato è meglio, secondo le parole di Dick Bradsell:”Fate un Martini esattamente come il vostro ospite vorrebbe berlo. Godetevi il Martini a fondo senza farvi rovinare il piacere da uno snob che dice che è sbagliato”

19. I primi Martini non erano mescolati o agitati;ma preparati con la tecnica “thrown”

sub-buzz-31228-1474973417-4

“Ironia della sorte, i primi Martini non sono statishakerati o mescolati, sono stati gettati. Il lancio è una vecchia tecnica di miscelazione; abbastanza vecchio che appare sulla ceramica antica greca e antiche sculture in marmo egiziani. Il Incas anche usato questa tecnica per montare il loro cioccolato da bere.

Il  thrown consiste nel far cadere il drink da un bicchiere da miscelazione tenuto in alto, dentro ad uno tenuto molto in basso, con l’altra mano. Quello in alto è pieno di ghiaccio, trattenuto da un colino.Questo processo può essere ripetuto 6 o 7 volte. Alla fine il drink è perfettamente refrigerato, ha piu areazione di un drink shakerato, ma rimane limpido

20. Acquista solo liquori che ti piacciono,non eiste il risparmio, se poi non ti piace il risultato

sub-buzz-10252-1475054398-1

Hai bevuto schifezze per trent’anni? In questo caso non puoi bere niente. Ma in generale un drink sara buono come l’ultimo dei suoi ingredienti. Quindi, utilizzare il vermouth più fresco e il miglior gin. Con ‘migliore’ non intendo il più costoso. Il gin più costoso in questo mondo è, ad essere onesti, non il migliore. Utilizzate il gin che piu vi piace. Potrebbe essere il piu economico, ma prendetelo perchè vi piace, non perchè costa meno

21. Il momento migliore per bere un Martini è alla fine della giornata di lavoro.

anigif_sub-buzz-9706-1474974391-13

A differenza di un aperitivo, che è morbido e amaro e prepara il corpo per un pasto, un Martini è un cocktail. Un cocktail è un anestetico sociale. Esso segna la fine della giornata di lavoro, assicurando che sarete in condizione di tornare al lavoro o anche di discuterne in modo coerente dopo averne bevuti alcuni, non è socialmente accettabile  uscire dall’uffico e tirare dardi tranquillanti a tutti, così possiamo prendere un Martini. “Personalmente, però, mi iscrivo alla regola che si dovrebbe bere un Martini quando il bicchiere è vuoto.”

22. Se si desidera qualcosa di un po ‘diverso, ci sono centinaia di varianti Martini da provare.

sub-buzz-869-1474975716-15

“Ho trovato un paio di centinaia di variazioni sul Martini tutto inventato prima della seconda guerra mondiale. Da allora ne sono stati creati molti di piu.  Molti di loro sono superbi, ma mi piacerebbe iniziare con il gin Martini, il Martinez,e l’ Arnaud.

“Per un gin Martini, aggiungere parti ugualidi sloe e dry gin, oltre a una mezza misura di vermouth dry. Il Martinez è nato circa lo stesso tempo del  Martini e comprende tocchi di liquore maraschino e Curaçao all’ arancia. L’ Arnaud, creato a Parigi nel 1920, è realizzato con parti uguali di dry gin, vermouth dry, e creme de cassis, ed è delizioso “.

23. E’ ok giocare con il tuo Martini

sub-buzz-12965-1474973887-5

“C’è stato un tempo che ogni barista ha fatto un Martini un po ‘diverso, e si andava in quel bar per aprezzare quella particolare ricetta  proprio come ci si va in un ristorante per apprezzare la particolare carbonara di uno chef.  Non si va in un ristorante perché lo chef fa una carbonara esattamente come tutti gli altri  si va, perché lui  la fa in um modo particolare. E ‘lo stesso per bevande classiche. Lasciate fare al barman, lasciate che vi faccia il suo Martini ideale, e imparate da lui. E quando si tratta di Martini, non abbiate paura di deviare
Emma Cooke is a lifestyle writer for BuzzFeed and is based in London.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: