IL “MOVIMENTO COCKTAIL ART”

Luca Anastasio

Luca Anastasio

Diego Ferrari è un talentuoso barman, con spiccato senso artistico. da lui l’idea di un gruppo dedicato al “cocktail art”. Gli ho chiesto di raccontarci come è nato… Qui di seguito il suo contributo ed alcune foto che rendono bene l’idea di cos’è

“COCKTAIL ART”

Sono passati ormai 3 anni dalla ufficiale creazione del gruppo Cocktail Art….e dopo tre anni ancora fa divertire i suoi utenti

Nato per gioco, e come gioco rimane, questo meraviglioso gruppo si è ispirato fin dall’inizio guardando colui che reputo il primo Cocktail Artista Italiano ovvero Dario Comini.

volkert seibert

Volkert Seibert

Molti anni fa, prima della nascita del gruppo, guardandolo interpretavo il suo lavoro non solo dal punto di vista organolettico ma focalizzavo i suoi drink unici in modo completamente artistico dovuto alle miriadi di geniali presentazioni che lui miticolosamente studiava e creava. Più volte, affascinato da un mondo leggermente diverso dal classico cocktail, che hai quei tempi mi avevano insegnato, pensavo a come potevo rendere visibile questo mondo a tutti condividendo informazioni visive piacevoli e stimolanti mediante l’aiuto dei social network.

Beachbum Berry

Beachbum Berry

Anni fa la mia conoscenza basica di Fb, e la sua popolarità, non era ancora ad alti livelli e timido cercavo di muovermi in questo mondo sperando di ottenere umili risultati. Dopo aver creato il mio profilo personale mi resi conto della possibilità di integrarlo con dei gruppi e tentai la prima volta, circa 5 anni fa, di far nascere Cocktail Art.

L’idea di base era creare un gruppo meramente fotografico legato al mondo del cocktail e le sue espressioni artistiche quali tatuaggi ad esso dedicati, disegni, quadri, lodi , poesie e ovviamente il drink nella sua stupenda apparenza. Poche le regole che facevano di questo gruppo unico tra le quali il totale divieto di discutere di tecniche, ricette e preparazioni poiché semplicemente un gruppo fotografico di condivisione e divertimento! Tra le piccole e poche regole a cui tengo in modo particolare era, e lo è ancora, il totale divieto di mancanza d’educazione nel commentare una, e ripeto, semplice foto senza secondi fini!

Alejandro Giacalone

Alejandro Giacalone

Creato il gruppo decisi di mettere alcune mie foto, giusto per testare il parere dei colleghi, ma nessuno interagiva con il gruppo e questo mi lasciava perplesso… Passato qualche mese notavo che niente cambiava e nessun Like appariva sulla pagina…. Passano ancora i mesi e zero Like mi rassegnai al fatto che la mia idea non piaceva a nessuno e senza volerlo cadde nel mio dimenticatoio fino quando, poco meno di tre 3 fa, rispolverando e ripulendo il mio Fb notai che avevo ancora aperto il gruppo Cocktail Art e curioso andai a rivedere il perché non funzionava prima di cancellarlo definitivamente!! Ovviamente più navigato in materia capii immediatamente del motivo per la quale il gruppo non aveva condivisioni……lo avevo creato privato e non avevo invitato nessun membro perciò era chiuso e praticamente invisibile!! mi diedi immediatamente del gran c…….e!

Roselaine Uai

Roselaine Uai

Senza pensarci invitai subito alcuni colleghi, forse una dozzina, ed  incominciai ad inserire qualche foto nuova sperando finalmente in un riscontro e da quel giorno il “Movimento Cocktail Art” non si è mai arrestato.

Attualmente il gruppo conta 7.200 followers, quasi tutti bartender, da tutto il Mondo approvati uno ad uno e tutti facenti parte del nostro mondo del bar e ristorazione, con uno scarto di circa 50.000 iscritti che in 3 anni hanno cercato di diventare membri ma che per mia scelta, non essendo parte di questo settore, non sono stati inclusi.

Giacomo Giannotti

  Giacomo Giannotti

Le foto vengono postate 24/24h  con un data base di oltre 6.000 foto le quali una ad una vengono approvate e cliccate da me in persona imponendomi di rispondere, con una parola educata di ringraziamento o, semplicemente con solo un Like a tutti i post che arrivano al gruppo.

Diego Ferrari

Diego Ferrari

Ormai diventato quasi un secondo lavoro, Cocktail Art ha dato a tutti grandi soddisfazioni facendo parlare di sé ovunque sia in Italia che all’estero. Spesso citato e riportato in blog, riviste, e negli ultimi 2 anni anche su alcuni libri il “Movimento Cocktail Art” affascina e dà modo a tutti di poter attingere, ispirarsi o semplicemente divertirsi condividendo e facendosi conoscere infatti, molti tra i membri del gruppo hanno sfruttato bene la possibilità di farsi conoscere attraverso il gruppo dando a tutti noi modo di appassionarci alla loro capacità e professionalità creando nuove amicizie e grande rispetto.

Andrea Fiore

Andrea Fiore

Il futuro del gruppo è infine il gruppo stesso, il suo percorso sarà dettato dall’approvazione popolare e fino quando i colleghi si divertiranno a condividere foto questo gruppo non morirà mai. Anche io in persona cercherò di farlo rimanere vivo con impegno e dedizione ma sempre vedendolo come un magnifico gioco.

Teao Zed

Teo Zed

Diego Ferrari

Cocktail Art

Max 21

Diego Ferrari

Diego Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: