fbpx
  • Bartending,  Cocktails

    Food Pairing

    Mi sono messo a dieta: basta con l’alcool, niente abbuffate e così in quattordici giorni, ho già perso due settimane. Joe E. Lewis Comico Barmen e chef hanno, da qualche anno, una felice commistione. Abbiamo visto tecniche di cucina affermarsi con successo dietro i banchi bar, e drinks, solitamente serviti al bancone, finire , rielaborati , nei piatti dei ristoranti. Se c’è una buona sinergia tra chef e barman, può benissimi nascere una collaborazione, ed arrivare così al food pairing. Oviiamente l’abbinamento di cibo e vino è più facile ed usuale di un abbinamento di cibo e cocktail, ma quest’ultimo può essere piu  divertente e regalare un’esperienza aromatica sorprendente. Abbinare un drink “su…

  • Locali e Barmen

    Ape time

    nuova app per bartender, clienti e gestori   “Mi dispiace, ma il bar è chiuso. Vuole un drink mentre aspetta che venga aperto?” Wiet van Broeckhoven presentatore radio belga Il mondo del bartending è sempre piu attivo, in particolare nel mondo virtule e sui social. Ed è in questo campo che si muove, agevolmente “APETIME”, che possiamo trovare su facebookcome gruppo apetime, o con la pagina, oppure direttamente al sito https://www.apetime.com/ La novità di cui vogliamo parlare è la nuova app creata ApeTime: è un’applicazione dedicata al mondo dei locali che offrono aperitivi, cocktail ed eventi nelle vicinanze, come ad esempio bar, cocktail bar, pub, discoteche, american bar, disco bar, enoteche, lounge bar…

  • Cocktails

    BRONX

    L’importante è il ritmo. Usa sempre il ritmo quando prepari un drink. Ora, un Manhattan devi mescolarlo a tempo di foxtrot, un Bronx va shakerato al tempo di un Two-Step, ma un Dry Martini va sempre preparato a ritmo di valzer. Nick Charles William Powell COCKTAIL DA FILM La paternità del cocktail è ovviamente divisa, in varie storie. La prima cosa da notare è l’uso del succo di arancia, unito al vermouth, che fino ad allora non era propio tabù, ma sicuramente poco utilizzato. Esisteva, prima della nascita del Bronx un cocktail chiamato “Duplex”. Questo cocktail era composto da parti uguali di Vermouth italiano e francese, shakerato con un po’ di succo d’arancia, o…

  • Libri

    Quasi quasi me la bevo

    Il lavoro è la maledizione della classe bevitrice Oscar Wilde Scrittore Come preparare un cocktail perfetto aspettando il domani Questo libro è stato pubblicato nel 2012, ma risulta ancora piacevole e scorrevole. I cocktail raccontati con garbo e precisone appartengono tutti alla categoria dei “classici”, con curiosità ed aneddoti di contorno. Non mancano alcune “polibibite” ed il manifesto della cucina futurista, citazioni che vanno da Jerry Thomas: come regola generale, il ghiaccio va utilizzato tritato quando il liquore ha nel drink una dose preponderante e non è prevista l’aggiunta di acqua Jerry Thomas bartender a Dale “king cocktail” Degroff ho sentito voci non confermate di una donnadi nome Cheryl Cook…

  • Spirits

    Di Wine,

    I veri intenditori non bevono vino: degustano segreti. Salvador Dalì Artista Dalla toscana, terra di artisti ed inventori, arriva l’antica ricetta di famiglia di questo “vino aromatizzato”.   Fu dimenticata fino a quando il bis-nipote Gabriele Giotti, la ritrovò nei vecchi registri di cantina Dì Wine è una ricetta brevettata che inizia con un vino in stile chianti. Utilizzando un processo meticoloso e naturale, il vino viene aromatizzato con agrumi freschi e bacche di vaniglia del Madagascar, senza coloranti ne conservanti o sapori artificiali. Viene poi fortificato per ottenere un corpo pieno e una finitura amabile. <img width="525" height="700" src="https://www.cybartender.it/wordpressblog/wp-content/uploads/2018/12/09072583-6021-4a83-985c-a3170c1f1cbd-654x872-654x872.jpg" alt="" srcset="https://i1.wp.com/www.cybartender.it/wordpressblog/wp-content/uploads/2018/12/09072583-6021-4a83-985c-a3170c1f1cbd-654x872-654x872.jpg?resize=654%2C872&amp;ssl=1 654w, https://i1.wp.com/www.cybartender.it/wordpressblog/wp-content/uploads/2018/12/09072583-6021-4a83-985c-a3170c1f1cbd-654x872-654x872.jpg?resize=225%2C300&amp;ssl=1 225w, https://i1.wp.com/www.cybartender.it/wordpressblog/wp-content/uploads/2018/12/09072583-6021-4a83-985c-a3170c1f1cbd-654x872-654x872.jpg?resize=600%2C800&amp;ssl=1 600w, https://i1.wp.com/www.cybartender.it/wordpressblog/wp-content/uploads/2018/12/09072583-6021-4a83-985c-a3170c1f1cbd-654x872-654x872.jpg?resize=350%2C467&amp;ssl=1 350w" sizes="100vw" />…

  • Cocktails

    Gibson

    Nessun animale ha mai inventato una cosa brutta come l’ubriachezza o bella come un drink. Gilbert Keith Chesterton Scrittore Cocktail da film Non ha mai ricevuto un oscar o una nomination, ma ha sicuramente un posto d’onore ad Hollywood. Compare infatti in svariate pellicole, ed addirittura in due  dei 100 film americani dell’American Film Institute.  Ad esempio un elegantissimo Cary Grant lo sorseggia in Intrigo internazionale (“north by northwest” 1959 di Alfred Hitchcock), mentre una bellisima  Eva Marie Saint gli rivela che: “Non parlo mai d’amore a stomaco vuoto” (anche se pare che prima della censura fosse: “non faccio mai l’amore a stomaco vuoto”)https://www.youtube.com/watch?v=Qu6UY5It9lE Gibson Girl Diverse, come spesso accade, le attribuzioni di paternità del drink:…

error: copyright@cybartender