fbpx
  • Spirits

    Paul John, il whisky indiano

    Troppo di tutto è male, ma troppo buon whisky è appena sufficiente. (Mark Twain) Il whisky che arriva dal caldo Uno dei distillati più nobili che possiamo trovare nella nostra bottigliera è certamente il whisky. Fu San Patrizio che di ritorno da uno dei suoi viaggi di evangelizzazione in Terra Santa portò in Irlanda un alambicco e la conoscenza dell’arte della distillazione. Già nel V secolo D.C., qui cominciò la produzione di un distillato che possiamo pensare essere un lontano antenato del whisky che conosciamo oggi. Nato in Irlanda, divenne però famoso in Scozia, poi negli Stati Uniti e in Canada, fino ad arrivare in Giappone, grazie a Masataka Taketsuru.…

  • Spirits

    1494…e whisky fu

    Il 1 ° giugno 1494, i Rotoli di Exchequer di James IV of Scotland registrano la concessione di malto a un monaco per fare “acquavite” in quella che è considerata la prima menzione registrata di whisky – o almeno di distillazione – nella storia scozzese. I rotoli di Exchequer dei re medievali erano i registri delle entrate e delle spese reali e per coloro che sono interessati alle bevande sono spesso pieni di riferimenti talvolta allettanti e talvolta molto dettagliati al vino, alla birra e, in seguito, agli spiriti. La voce in questione in questo caso registra:  “To Friar John Cor, by order of the King, to make aqua vitae VIII bolls of…

  • Bartending,  Eventi,  Spirits

    L’era del vermouth

    Esperienza Vermouth In un momento in cui il vermouth ha trovato molti consensi sul mercato, dove innumerevoli etichette nascono e conquistano un posto in bottigliera, Vi siete mai chiesti quanto può essere facile oppure difficile fare un vermouth? Noi di Cybartender abbiamo voluto provare con “Esperienza Vermouth”. Esperienza Vermouth è un evento unico nel suo genere. Ideato dal grande Fulvio Piccinino, propone un seminario che unisce storia, cultura, multisensorialitá e produzione del vermouth. Il ritrovo è fissato a metà mattinata in una sala messa a disposizione per l’esperienza, nel nostro caso eravamo ospiti del Diavolo Rosso di Asti, bellissimo locale sito in un ex chiesa sconsacrata. All’interno naturalmente c’era un…

  • Bartending,  Spirits

    Russian standard vodka

    Questo è un distillato che mi “tocca”particolarmente.Sarà stata l’esperienza di lavoro a Mosca, contatti e frequntazioni con russi , anche in tempi non sospetti,la mia appartenenza, per un pò, all’associazione dei barman russi (B.A.R.) sarà l’alta qualità che ha raggiunto negli ultimi anni la produzione della vodka. Qualunque sia la ragione,questo rimane il mio distillato preferito (alla faccia di speackeasy e distilati modaioli). Pura, fredda, secca. Queste le peculiarità che me la fanno amare. Ma tra tutte, ce ne sono alcune che aprezzo paricolarmente, la prima è sicuramente la Russian Standard Strana la soria di questa vodka. In origine Russian Standard è il nome di una banca privata russa. Il propietario, Roustam Tariko*, grazie ai suoi affari è spesso e volentieri in giro per il mondo (con il suo jet privato, of course…) Ad un certo punto si chiede perchè lui, russo e benestante, deve bere in vari posti del mondo , delle vodke di…

  • Bartending,  Spirits

    Our Vodka

    Our/new YorkLa prima distilleria a Manhattan dai tempi del proibizionismo. Anche se le distillerie di Brooklyn e di Long Island hanno fatto distillati locali per qualche tempo,Our / New York sarà la prima distilleria a Manhattan dai tempi del proibizionismo . L’alambicco di rame, si trova dietro l’ampio bar, come un visitatore metallico arrivato dallo spazio. Il progetto di questa piccola distilleria fa parte di un programma piu ampio di OUR/VODKA, che vede altre distillerie simili in città come Amsterdam, Berlino, Detroit, Londra e Los Angeles. Ognuna di queste micro disillerie produce un distillato con delle differenze dovute alla diversità dell’acqua utilizzata. Ne esiste anche una versione di prova a 50 gradi,…

error: copyright@cybartender