fbpx
Spirits

Cent’anni di…dolcezza

“Le cose hanno vita propria, si tratta soltanto di risvegliargli l'anima.” (cent'anni di solitudine)
Gacriel Garcia Marquez
Designer

La location è di lusso, Rapallo è li fuori, con il suo porto che illumina la baia. La giornata l’abbiamo passata sotto il tiepido sole di questo inizio di autunno, che di autunno ancora non ha niente, sul mare di Portofino. La compagnia è piacevole, tra nuovi e vecchi amici.

La magia della serata continua con una scoperta (da parte mia), di una dolcezza che ben si accompagna alle chiacchiere ed alle risate. Confesso di non aver mai provato il Grand Marnier Centenaire.

La storia di Grand Marnier® inizia nel 1827 quando Jean-Baptiste Lapostolle fondò una distilleria che produceva liquori alla frutta a Neauphle-le-Château, vicino a Versailles. Nel 1876, sua nipote sposò Louis-Alexandre Marnier, figlio di una famiglia di commercianti di vino della regione di Sancerre, creando la famiglia Marnier Lapostolle. La bottiglia creata da Louis-Alexandre Marnier Lapostolle nel 1880 si ispira alla forma del cognac. Il sigillo di cera, il nastro rosso e l’etichetta d’avorio con le sue lettere gotiche non cambiano da 150 anni

CUVÈE DU CENTENAIRE

Creato nel 1927 da Louis-Alexandre Marnier Lapostolle per il centenario dell’azienda la “Cuvée du Centenaire” vi sorprenderà con il suo particolare connubio fra il gusto delle arance amare e una speciale miscela di pregiati cognac XO (prodotti con uve del Petite e Grand Champagne).

NOTE DI DEGUSTAZIONE

Color ambra dai riflessi ramati.
Al naso profuma di arance candite su un sottofondo di spezie.
Al gusto ritroviamo sentori di frutta secca, zenzero e noce moscata.
Piacevole il finale, con leggere sfumature di composta di arance sotto spirito.

1912, il Grand Marnier è a bordo del Titanic nella sua, purtroppo sfortunata traversata, una bottiglia del celebre liquore è attualmente conservata all’interno dei Titanic Museum di Belfast

1980 e 1990 periodo storico per l’azienda. Celebri cocktail come il B52 e Grand Cosmopolitan vengono realizzati e ufficializzati dall’IBA, entrambi sono a base di Grand Marnier. 

devo ringraziare alcune persone per questi splendidi momenti e per la scoperta di Grand Marnier Centenaire: Patrizia Beretta di Campari , Danilo Bellucci e Michele Di Carlo, sempre attivi e presenti nel bartending italiano in modo positivo ed amichevole, ed ultima, ma non ultima, Rossella De Stefano di Bargiornale

e tu, cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: copyright@cybartender
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: