fbpx
Cocktails

Gibson

Nessun animale ha mai inventato una cosa brutta come l’ubriachezza o bella come un drink.
Gilbert Keith Chesterton
Scrittore

Cocktail da film

Non ha mai ricevuto un oscar o una nomination, ma ha sicuramente un posto d’onore ad Hollywood. Compare infatti in svariate pellicole, ed addirittura in due  dei 100 film americani dell’American Film Institute. 

Ad esempio un elegantissimo Cary Grant lo sorseggia in Intrigo internazionale (“north by northwest” 1959 di Alfred Hitchcock), mentre una bellisima  Eva Marie Saint gli rivela che: “Non parlo mai d’amore a stomaco vuoto” (anche se pare che prima della censura fosse: “non faccio mai l’amore a stomaco vuoto”)

Gibson Girl

Diverse, come spesso accade, le attribuzioni di paternità del drink: Una storia racconta dell’illustratore  di New York Charles Dana Gibson, creatore delle iconiche Gibson Girl (siamo tra il 1890 e la prima guerra mondiale),  chiese un cocktail diverso al suo barman di fiducia, e lui gli servì un Martini con l’oliva…beh, dal punto di vista creativo non è il massimo…

Altre storie coinvolgono diversi Gibson, come un diplomatico americano  che ha prestato servizio in Europa durante il Proibizionismo.

Sebbene fosse astemio, doveva spesso partecipare a ricevimenti dove venivano serviti cocktail. Per evitare una situazione imbarazzante, Gibson chiedeva allo staff di riempire il suo bicchiere da martini con acqua fredda e di guarnirlo con una cipolla piccola in modo che potesse sceglierlo tra i vari Martini. Una storia simile racconta di un esperto banchiere di investimenti di nome Gibson, che portando i suoi clienti fuori per i proverbiali pranzi di lavoro  (Three-martini lunch)

Secondo quanto si dice, il barista gli servì acqua fredda, permettendogli di rimanere sobrio mentre i suoi clienti si ubriacavano; il contorno di cipolla cocktail servito per distinguere la sua bevanda da quelli dei suoi clienti

Ma parlavamo di cinema… Eva contro Eva (All About Eve) è un film del 1950  Bette Devis ed Anne Baxter .

Eva contro Eva rimane l’unico film della storia del cinema ad aver ricevuto quattro nomination agli Oscar per le interpretazioni femminili (Davis e Baxter per l’Oscar alla migliore attrice e Holm e Ritter per l’Oscar alla migliore attrice non protagonista). La scena clou, per quanto riguarda il nostro drink, è quando Bette Davis dice ai suoi ospiti: “Allacciate le cinture di sicurezza. Sarà una notte sconnessa. Ed i Gibson vengono passati in giro,  perfetti per  persone che si odiano segretamente l’un l’altro.

David Niven (Godfrey)

L’impareggiabile Godfrey (My Man Godfrey) è un film del 1936 diretto da Gregory La Cava.

Nel 1957 ne venne realizzato un remake, L’impareggiabile Godfrey, per la regia di Henry Koster, con David Niven e June Allyson.

Le “comparsate”: 

Philip Marlow ne ordina uno nel romanzo poliziesco di Raymond Chandler “Playback”: “… Ho ordinato un doppio Gibson e ho chiesto se potevo avere un club sandwich dov’ero.”

Nella terza stagione, Episodio 2 di Mad Men, “Love Among the Ruins”, Roger Sterling ordina una “Gibson, up” durante una riunione per il pranzo. (ma in realtà in Mad Man si beve praticamente di tutto ed in ogni momento…lo adoro!)

La ricetta

Versate il gin e il Vermouth Dry nel mixing glass con ghiaccio, agitate e servitelo in una coppetta da cocktail ben fredda. La sua guarnizione è una cipollina in agro dolce. La vecchia ricetta era espressa in decimi (9/10 di Gin 1/10 di vermouth dry).

e tu, cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: copyright@cybartender
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: