fbpx
  • Bartending,  Cocktails,  Locali e Barmen

    IL MARTINI PERFETTO

    Il Martini è sicuramente “Il Cocktail!” Abbiamo trovato questo articolo su Internet che ci sembrava interessante. Poteteleggere originale (in inglese, di Emma Cooke ) a questo indirizzo: https://www.buzzfeed.com/emmacooke24/shaken-not-stirred?utm_term=.glx2x6zxw#.deeaQAyQo Il Martini: Esiste un drink piu “affabile”? Io credo di no   Ma per un drink con solo due ingredienti, ci sono molti modi per farlo Shakerato o mescolato? Gin o vodka? Oliva o limone? Dirty o normale? Ci sono un sacco di variazionie opinioni diverse su questo Abbiamo chiesto a Jared Brown, mastro distillatore di Sipsmith gin, co-autore di “Shaken not styrred: una celebrazione del Martini”, esperto a tutto tondo di Martini,  i suoi suggerimenti: 1. Il classico Martini è fatto con il gin,…

  • Bartending,  Cocktails

    SHERED

    Bourbon (infuso con Lapsang suchong tea) Pesca Lime Bitter O redhead…perchè Lei è rossa. La dolcezza degli stati del sud (Stati Uniti ovviamente),legata all’affumicatura, non solo delle botti, come si usa fare da quelle parti,ma anche dell’esotico Lapsang Suchong tea. Lei non è americana, ma ha molto a che fare con le miscele di the, erbe ed infusi vari. La pesca, matura al punto giusto, profumata e gustosa. Come per il Bellini è preferibile quella bianca, che si trova d’estate. Non frullata, per carità! La pesca va “pressata” delicatamente con l’aiuto di un colino, in modo che non si riempia d’aria e che il colore della buccia vada a mischiarsi con quello della polpa. Il succo di lime serve ad equilibrare , perchè dolce va bene, ma nel giusto limite. E per finire il bitter. Io ho scelto il bitter rouge, che aprezzo per la varietà di profumi. Il punto di amaro che non guasta,anzi. E perchè un pò di rosso ce lo voglio mettere anche io, che diamine. E stasera lo gusteremo insieme… Ma non vi dico come e dove

  • Bartending,  Cocktails,  Eventi

    Metti una sera a cena…

    Location: Ristorante Mamai,via adige 9, Milano (http://www.mamaimilano.it). Una calda (molto calda) sera di luglio… Ma andiamo con ordine: in molti sanno della mie “comparsate” a vinitaly (su questo blog molti resoconti delle stesse), grazie alla creatività di Florence e dei suoi splendidi champagne targati Marguerite Guyot (http://champagnemargueriteguyot.com/), non tutti forse sanno, che nello stesso stand fanno la loro figura vari ristoratori, tutti di livello e tutti con proposte molto stuzzicanti, adatte ad accompagnare i diversi petali della Margherita. In occasione di una edizione di Vinitaly, è capitato che il food fosse affidato a Davide Viviani e Stefano Sardella, del ristorante Mamai, appunto. E’ successo poi, che i suddetti ragazzi (…

  • Bartending,  Bubbles,  Eventi,  Video

    BURLESQUE… Vinitaly 2014

    E anche quest’anno un viaggetto fino a Verona ce lo siamo fatto. Lo stand, come d’habitude, il più trendy del salone del vino. Qui non si beve vino, qui ci si diverte, si ascolta buona musica, si incontrano persone interessanti,  e si degusta il meglio…dallo champagne agli amous bouche. In questo luogo (stand è riduttivo) ci si viene su invito,  non è un posto in cui si entra per caso, anche se gli “imbucati” non mancano , ma ci si arriva come graditi ospiti. Quest’anno, il teatro (questo il tema dato dalla infaticabile Florence) , è  stato animato, nella prima giornata, da attori provenienti da “la champagnerie” di Milano, restaurant…

error: copyright@cybartender